ITA
  1. ENG
  2. POL

Menu Principale di Navigazione

 

Le regole di Blanx

 

Le piccole regole di Blanx per una bocca impeccabile.
La cosa più difficile è la costanza. Ecco qualche consiglio utile per non smettere di sorridere.

 
igiene
igiene1
 
 

I cibi amici dei denti.

Ogni sei mesi ci vuole un controllo dello specialista e una pulizia profonda. Mangiare correttamente e in modo vario, non dimenticare le fonti di calcio come latte e formaggio, frutta e verdura ricche di vitamine.

Cambiare lo spazzolino

Circa ogni tre mesi. Per eliminare la placca, le setole devono essere dritte e con la punta arrotondata. Se perdono forma e si incurvano, lo spazzolino non serve più.

 
 

Un po’ di  pazienza.

A seconda del tipo di cibo che abbiamo mangiato è buona norma attendere circa 20 - 30 minuti prima di spazzolare i denti. Facendolo prima si potrebbe ottenere l’effetto contrario e danneggiare lo smalto.

Gli  appuntamenti  con gli specialisti.

Ogni sei mesi ci vuole un controllo dello specialista e una pulizia professionale. Mettilo nel calendario.

 
 

Poco zucchero.

Diminuire la frequenza del consumo giornaliero di zuccheri ed aumentare il consumo di verdure e fibre: la masticazione e la salivazione contribuiscono a rimuovere i residui alimentari e a neutralizzare le sostanze acide che possono intaccare lo smalto dei denti.

I cibi nemici dei denti.

Evitare caffè, tè e vino rosso. Limitare l’amido contenuto nella pasta e nel pane, anche se non è pericoloso di per sé, se rimane troppo a lungo sui denti si trasforma in zucchero.

 
 

E la lingua?

Non dimentichiamoci di lei. Spesso, l’alitosi può essere provocata dalla scarsa pulizia della lingua.

Non tutti gli spazzolini sono uguali.

Gli spazzolini elettrici eliminano fino al doppio della placca rispetto a quelli manuali tradizionali . Quando si sceglie uno spazzolino ricordiamolo.

 
 

 

Discromie dentali


Le discromie dentali, o più semplicemente "macchie dentali" rappresentano uno dei principali nemici estetici del sorriso. E si formano quando sostanze colorate di varia natura si fissano nello strato superficiale dei denti, lo smalto, ma capita che a volte queste antipatiche macchie vadano anche più in profondità, fino alla dentina. Non scordiamoci che il colore dei denti varia da persona a persona e a volte anche da dente a dente. E in più possono emergere fattori metabolici che influiscono negativamente sul colore dello smalto.

 
 
FATTORI ESTERNI
Cibo e vivande
Batteri
Farmaci e sostanze chimiche assunti per via orale
Placca e tartaro
Fumo
Sali metallici
Formazione di pellicole/film
FATTORI INTRINSECI
Patologie
Fluorosi
Farmaci (es. tetracicline)
Perdita di vitalità del dente
Invecchiamento
Amelogenesi imperfetta